Museo Alpino Svizzero
Scroll

Collezione

La collezione dell’alps mostra i cambiamenti del mondo. Li mette sotto la lente di ingrandimento e si concentra sul rapporto degli esseri umani con le montagne. Gli oggetti della collezione raccontano come le persone esplorano le montagne, le sfruttano per viverci, le scelgono come destinazioni turistiche, vi costruiscono infrastrutture, inventano attività sportive e per il tempo libero, rappresentano i monti in opere d’arte, li esaltano simbolicamente o ne distruggono la natura.

La collezione dell’alps comprende all’incirca 4.000 oggetti, 1.000 documenti scritti, 13.000 fra stampe e opere d’arte e ben 500.000 fotografie. La raccolta è stata iniziata nel 1905 dalla sezione di Berna del Club alpino svizzero (CAS) e il Museo Alpino Svizzero continua ad ampliarla ancora oggi. La maggioranza delle testimonianze proviene da svizzeri e svizzere e documenta il loro lavoro in varie zone montane del mondo. Importanti sezioni della collezione sono: fotografie, sport alpini, turismo nonché panorami e rilievi paesaggistici.

Progetto Erhard Loretan

schwarz-weiss Fotografie von Rosa Wenzel am Spitzmeilen, um 1930.

Collezione fotografica

Ufficio ricordi smarriti online

Podcast
Amuse-Bouche

Esiste ancora, la collezione unica di circa 350 rilievi paesaggistici che un tempo costituiva una parte significativa dell'esposizione permanente del Museo alpino svizzero. Oggi le mostre sono incentrate su temi sociali attuali e sul rapporto tra uomo e montagna. I rilievi - dalle immagini schematiche alle stampe in 3D - sono conservati al sicuro nel deposito di Zollikofen e possono essere visitati con una visita guidata. Non è escluso che questo tesoro di minuziose rappresentazioni di colline e vette venga esposto nuovamente in futuro come parte di un deposito espositivo o simile.

Le risposte ad altre domande frequenti sulla collezione sono disponibili qui (in tedesco).

La collezione dell’alps viene ampliata costantemente, ad esempio con il progetto partecipativo «Ufficio ricordi smarriti». Accettiamo donazioni anche all’infuori di questa iniziativa, purché si addicano alla nostra idea di collezione. Ogni donazione verrà esaminata con attenzione. L’infrastruttura, il personale e le competenze necessarie per conservare, catalogare e digitalizzare le opere sono costosi, pertanto siamo costretti a rifiutare molte offerte. 

Cosa non collezioniamo

—Annuari CAS (la collezione è già completa)
—carte geografiche e geologiche a partire dal 195
—quadri raffiguranti montagne
—flora e fauna
—geologia

In genere siamo interessati a fotografie o attrezzature da montagna. Tuttavia, per essere presi in considerazione gli oggetti devono raccontare una storia o far capire l’epoca in cui sono stati utilizzati.

Le seguenti domande forse possono aiutarvi a capire se la vostra offerta di donazione ci può interessare:
—chi era il legittimo proprietario/la legittima proprietaria degli oggetti e delle fotografie?
—se l’oggetto/la fotografia ha una storia particolare (aneddoto, evento, attività)?
—a quale periodo risale l’oggetto e/o la fotografia?
—se gli oggetti/le fotografie hanno un legame con le montagne svizzere o con una persona che abita in Svizzera?
—se gli oggetti/le fotografie sono tipiche per la loro epoca?
—se gli oggetti/le fotografie raccontano qualcosa sugli sport invernali, sull’alpinismo o il turismo in montagna?

Se potete rispondere affermativamente a più di due domande, contattateci per una valutazione:

Michelle Huwiler (oggetti)
Anita Mischler (fotografie)

La nostra collezione di fotografie contiene veri e propri tesori. Sarebbe bello che li utilizzaste per abbellire il vostro blog, la vostra conferenza o le pareti del vostro salotto.

Prezzi
(Prezzo per ogni immagine ordinata)

—CHF 150.–: per scopi commerciali (marketing, case editrici, cataloghi di mostre, pubblicazioni scientifiche)
—CHF 75.–: per i privati
—CHF 50.–: per scopi non commerciali (mostre, progetti educativi, ricerche scientifiche, istituzioni culturali, musei)
—Gratis: per scopi giornalistici, partner, nell’ambito di una cooperazione con l’alps

Contatto: Anita Mischler, 031 350 01 43

Volete saperne di più sulla nostra collezione?

La versione breve delle finalità contiene informazioni sull’entità del patrimonio della collezione e sull’attività collezionistica dell’ALPS. Il sommario (in tedesco) è disponibile qui.

L’ALPS presta gratuitamente oggetti della collezione ad altri musei o a istituzioni culturali che organizzano mostre.

I prestiti vengono concessi alle seguenti condizioni:
—la richiesta di prestito va presentata in tempo utile (almeno tre mesi prima dell’inaugurazione della mostra)
—i prestiti vanno indicati chiaramente nella mostra
—vanno esplicitati la storia e il contesto degli oggetti

Contatto: Michelle Huwiler, 031 350 01 43